Effettua il login con il tuo account Facebook!

RFR Tuning Club, 1º Compleanno

Marina di Ravenna (RA) - 23 aprile 2006

Pagelline dal raduno, PRIMA delle premiazioni

Voto 10 al presepe allestito dentro la Seat "Black Leon" dell'FTR con tanto di lucine, pastorelli, pecorelle, fontanella funzionante e sottofondo musicale a tema. Ottimi i cioccolatini.
Voto 10 al meteo, una bellissima giornata di sole è l'ideale per stare in compagnia e socializzare fra club.
Voto 9 all'organizzazione che ha colpito per la cura delle iscrizioni, l'aver cominciato subito le valutazioni e per la scelta del luogo del raduno: regolare, ampio, con qualche ombra e ben servito (bagni, pizzeria, forno, macelleria, ecc).
Voto 8 all'assetto della Golf V grigia, veramente un ottimo lavoro. Il suo proprietario (molto disponibile), meriterebbe però un voto molto più basso per la botta data al paraurti anteriore quando l'ha alzata solo dietro...
Voto 7 alla 127 Special che è venuta giù da Padova (a 70km/h) per mostrare il suo club privé interno, con tanto di grande sfera a specchi, complimenti.
Voto 6 ai ragazzi sul tetto della Panda durante le prove di SPL: di sicuro effetto scenico, ma di dubbia regolarità.
Voto 5 al fuoristrada verde perché non ha insistito troppo con i dB (bene), ma si è fissato su canzoni tutte di uno stesso artista. Cambiare disco, grazie.
Voto 4 alla Panda rossa che, spinta oltre le sue possibilità, ha mandato letteralmente in fumo migliaia di euro di impianto audio, condoglianze.
Voto 3 allo staff del palco che ha fatto le estrazioni dei premi tutte alla fine facendo venire meno l'intrattenimento del pomeriggio.
Voto 2 allo sparo della Uno "Red Devil" che in 50 metri ha mostrato quanti sassi può tirare sulle nostre auto.
Voto 1 agli speaker che hanno intrattenuto i partecipanti durante il giorno: veramente fastidiosi. Battere le mani? Non siamo in discoteca.
Voto 0 alla 126 da SPL che ha fatto venire il mal di testa a molti sparando a tutti volume per tutto il pomeriggio, anche durante le comunicazioni dal palco.

Pagelline dal raduno, DOPO le premiazioni

Voto 4 alla premiazione per le luci fatta gridando numeri e nomi come al mercato rionale. Errore comunque perdonabile.
Voto 3 alla trasparenza: nessuno è stato in grado di fornirci le schede con i risultati definitivi per effettuare una verifica.
Voto 2 al lancio del premio che nessuna motivazione può giustificare. Gettare verso il palco un blocco di marmo è un eccesso inammissibile.
Voto 1 alla concentrazione dei premi perché più coppe dovrebbe significare più premiati: per chi vince in più categorie simili (penso ai vari tipi di estetica) sarebbe meglio un grande premio a parte, sopra le normali categorie, per manifesta superiorità.
Voto 0 alla comunicazione nella premiazione principale: è assurdo non dire l'auto che ha vinto, limitandosi a chiamare il numero: in questo modo il pubblico non capisce chi è il vincitore del premio e, ancora più grave, c'è il rischio di premiare poi la persona sbagliata. I numeri si somigliano tutti, le nostre auto no!


Parafrasando le "Pagelline" di Giorgio Terruzzi per Grand Prix, Italia 1. Come le sue devono essere prese come racconto scherzoso che non vuole offendere nessuno dei nominati.